logo

Codici Gonzagheschi

In Biblioteca è conservato un numero esiguo di codici superstiti alla dispersione delle collezioni appartenute alla famiglia Gonzaga.Alcuni dei codici originariamente gonzagheschi, ora sparsi nelle biblioteche di tutto il mondo, sono stati censiti da Ubaldo Meroni, già direttore della Biblioteca (1952-1969).



            

Platina, De principe, sec. XV ; membr. ; 107 c. ; Ms. 13

Giovanni Mario Filelfo, De communis vitae continentia, sec. XV (1473) ; membr. ; 96 c. ; Ms. 79

Paolo Attivanti, Historia urbis Mantuae Gonzagaeque familiae, sec. XV ; membr.  ; 71 c. ; Ms. 112

Lodovico Andreasi, Elegiae, sec. XV/XVI ; membr. ; 22 c. ; Ms. 1354

Antonio de' Conti, Triumphale opus, sec. XV ; membr. ; 23 c. ; Ms. 1355

Aesopus moralisatus, 26 giugno 1479 ; 4° ; Inc. 504

Ubaldo Meroni (a cura di), Mostra dei codici gonzagheschi, 1966 ; s.n. ; CP-m.d.232